menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lainate (Milano), inseguimento in auto e poi a piedi: un arresto

In manette con l'accusa di resistenza e violenza a pubblico ufficiale un 30enne

Un inseguimento in auto, poi a piedi e infine un arresto. È accaduto nei giorni scorsi tra Lainate (Milano) e alcuni comuni del Varesotto dove i carabinieri  sono intervenuti riuscendo ad arrestare uno dei due fuggitivi.

Tutto è iniziato quando i militari hanno notato un'auto già sequestrata, intestata a un prestanome, sfrecciare a tutta velocità in via Lura e hanno cercato di fermarla. Il conducente però, vedendoli, invece di accostare ha accelerato ed è scappato per alcuni chilometri arrivando prima a Origgio e poi nella zona industriale di Caronno Pertusella (Va).

Dopo questo primo inseguimento in auto, i due uomini a bordo, entrambi maghrebini, hanno lasciato la macchina e hanno proseguito la fuga a piedi, dividendosi. Il passeggero è riuscito a far perdere le proprie tracce, mentre l'automobilista è entrato in una ditta in disuso di via Lambro a Caronno, dove è stato rintracciato dai militari.

Ad essere fermato un 30enne marocchino irregolare in Italia e con precedenti. Anche al momento del fermo ha cercato di sfuggire ai militari e a causa della sua resistenza è nata una colluttazione. Alla fine, però, i carabinieri sono riusciti a bloccarlo e l'hanno arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Addosso gli sono stati trovati 400 euro in contanti, possibile provento di spaccio. In corso invece le ricerche per individuare il fuggitivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento