rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Cronaca

Fumo passivo: nuoce anche a cani e gatti. La campagna dei veterinari

Iniziative di sensibilizzazione per i fumatori che vivono insieme agli animali domestici

Il fumo passivo fa male anche agli animali domestici che vivono in casa. Un motivo in più per smettere. Non sempre ci si pensa, ma anche gli animali (cani e gatti in primis) soffrono le conseguenze tossiche del fumo di sigaretta, sigaro e pipa. Motivo per cui l'ordine dei veterinari ha promosso una campagna informativa a cui ha aderito anche il comune di Milano. Lo slogan? «Il fumo uccide anche loro».

Manifesti e altro materiale informativo saranno a disposizione presso le strutture veterinarie di tutta la Città metropolitana. Secondo uno studio della Henry Ford Health System di Detroit (Stati Uniti), un'organizzazione che conta cinque ospedali no-profit, più del 28% di fumatori proprietari di animali - se correttamente informato - potrebbe decidere di smettere di fumare per tutelare i "pets".

A soffrire maggiormente sono i gatti, perché le sostanze nocive del fumo si depositano sul loro pelo. E i gatti, come si sa, hanno l'abitudine di leccarselo per pulirlo. E questo li espone al rischio di tumori orali. Tra i cani, invece, sono le razze a muso lungo e di piccola taglia a correre i rischi maggiori: i primi perché sono più soggette a neoplasie della cavità nasale, i secondi perché più predisposti alle malattie cardiache. 

Da non sottovalutare, infine, il pericolo che cani e gatti possano ingoiare i mozziconi di sigarette dimenticati in giro per la casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fumo passivo: nuoce anche a cani e gatti. La campagna dei veterinari

MilanoToday è in caricamento