Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Funzionaria del Fisco, innamorata: spia i dati sensibili del manager

Chiuse le indagini su una funzionaria dell'agenzia entrate

L'indagine

Una funzionaria dell'agenzia entrate rischia il processo per avere svolto verifiche immotivate su un uomo di cui si era innamorata. Le indagini sono appena state chiuse: ora si attende il possibile rinvio a giudizio. Secondo quanto riferisce Repubblica, tutto è incominciato quando la donna, che ha ora 41 anni, stava conducendo una normale ispezione fiscale nell'azienda di cui l'uomo è direttore amministrativo. 

Per questa ragione i due si sono incontrati parecchie volte, in azienda appunto. E poco alla volta, la donna si è invaghita di lui. A quel punto, stando all'accusa, avrebbe cominciato a indagare sulla vita privata dell'uomo attraverso i dati (sensibili) contenuti nell'archivio dell'agenzia delle entrate. Quindi avrebbe appreso varie notizie, come la presenza di una compagna e l'indirizzo dell'abitazione. 

Ad un certo punto la coppia si è rivolta alla magistratura (con tanto di fotografie a corredo), perché si è resa conto che la funzionaria aveva iniziato anche a "capitare" nei luoghi da loro frequentati. Un comportamento che però il pm Alessandro Gobbis non ha valutato come stalking, ma come violazione di dati sensibili informatici, perché la funzionaria aveva proseguito nella raccolta di informazioni presunta illecita anche dopo la fine dell'ispezione presso l'azienda di cui è manager l'uomo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Funzionaria del Fisco, innamorata: spia i dati sensibili del manager

MilanoToday è in caricamento