menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Parte dei fuochi pirotecnici sequestrati

Parte dei fuochi pirotecnici sequestrati

Milano, ordigni micidiali, bombe da mortaio e razzi: l'arsenale per Capodanno di un 19enne

In totale il ragazzo aveva 35 kg di fuochi pirotecnici. È stato arrestato per spaccio di droga

Nella sua cantina nascondeva 431 ordigni pirotecnici, per ben 35 chili. Un vero e proprio arsenale esplosivo destinato alla vendita illegale in vista delle festività natalizie ma scoperto - e sequestrato - per caso dagli agenti della Squadra Investigativa del Commissariato Lorenteggio che sono arrivati al ragazzo, un 19enne, seguendo la pista della droga. 

Il blitz nello stabile alla ricerca di droga

Il giovane, un italiano, è stato arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti, perché trovato con sette dosi di hashish per un totale di otto grammi. Aveva anche sei involucri di cocaina per un peso di quasi otto grammi, sostanza da taglio, due bilancini di precisione e 100 euro in contanti, frutto del suo 'lavoro'. 

Nel suo stabile in via degli Ontani, Quartiere degli Olmi, i poliziotti hanno individuato le cantine dove presumibilmente si svolgeva l'attività di spaccio. All'interno delle cantine del palazzo, gli agenti hanno trovato proprio il 19enne. Insieme alla droga.

Fuochi d'artificio per capodanno-2

I fuochi pirotecnici sequestrati a Milano

La vera sorpresa è arrivata poco dopo, durante la perquisizione. Sempre nello stesso seminterrato, gli investigatori hanno trovato 431 ordigni pirotecnici contenenti un totale di 35 chili di polvere nera. Tra i vari articoli esplosivi sono stati sequestrati 31 ordigni artigianali di tipo 'micidiali', detti anche 'cipolle', e 189 'cipollotti' oltre a bombe da mortaio sferiche, petardi e razzi.

Oltre 'all'arsenale' esplosivo c'era un elenco scritto a mano con i quantitativi e i prezzi di ogni singolo tipo di fuoco pirotecnico. La conferma del fatto che il materiale era destinato alla vendita illegale in vista del capodanno. Per questo il ragazzo è anche indagato in stato di libertà per fabbricazione o commercio abusivi di materie esplodenti.

A Milano, si tratta del primo ritrovamento di questo tipo in questo dicembre anomalo per via delle restrizione per il covid. Ora i 35 chili di materiale esplosivo sequestrati sono stati catalogati dagli artificieri della polizia di Stato. Saranno distrutti seguendo tutte le precauzioni del caso.

Botti e petardi per capodanno-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona rossa: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento