menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in appartamento a Milano: 6 arresti in 12 ore (tra cui 'vedetta' in monopattino elettrico)

A fermare i ladri la polizia di Stato. Gli interventi tra viale Bligny, via Govone e via Bolla

Sei persone sono state arrestate per furti in appartamento a Milano. È il bilancio dell'attività della squadra mobile della polizia di Stato nel corso di sole docici ore. 

Sei arresti in 12 ore

A finire in manette dopo essere stati colti in flagrante poco prima della mezzanotte di venerdì 21 agosto, tre cittadini georgiani di 31, 33 e 35 anni, responsabili di un furto in appartamento all'interno di uno stabile in via Bligny.

Nel corso di un'attività investigativa nella zona, gli agenti hanno notato arrivare 4 persone, di cui due a bordo di un'auto, che entravanoin un palazzo, e altre due su un monopattino elettrico, i quali facevano avanti e indietro per la strada, fungendo da 'vedette'.

Appena i due ladri sono usciti dall'edifico con al seguito dei borsoni, gli agenti sono intervenuti e li hanno bloccati, riuscendo a fermare anche uno dei due complici in monopattino mentre il secondo è riuscito a fuggire. All'interno del borsone e dell'auto sono stati trovati, un giubbino in pelle, un piumino, cinture in pelle, un orologio, banconote e gioielli. I tre ladri, in Italia senza fissa dimora, sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato; mentre la refurtiva è stata recuperata.

Addosso ai georgiani sono stati rinvenuti diversi grimaldelli, utilizzati per forzare la porta d'ingresso di uno degli appartamenti dello stabile di via Bligny e una chiave di un altro appartamento, al cui interno sono stati rintracciati altri tre connazionali, accompagnati in questura.

Gli altri arresti

Nella notte, inoltre, in via Cascina Corba, un altro georgiano di 36 anni è stato arrestato dalle volanti dopo che si era introdotto all'interno di un appartamento al 5° piano di un condominio. L'uomo è stato trovato in possesso di uno zaino con all'interno gioielli, orologi e banconote, oltre agli attrezzi per forzare le serrature delle porte.

Nel pomeriggio di venerdì, poi, una volante ha denunciato in stato di libertà due georgiani, con precedenti contro il patrimonio, perché fermati in auto in via Gran Sasso sono stati trovati con numerosi attrezzi  e strumenti atti allo scasso senza giustificarne il motivo del possesso.

Sempre la notte di venerdì, le volanti hanno arrestato per furti in abitazione altre due persone in due distinti episodi. All'01:45 gli agenti sono intervenuti in uno stabile di via Bolla dove un cittadino ha segnalato la presenza di un uomo che ha scavalcato la recinzione dell'edificio. I poliziotti hanno trovato la porta d'ingresso forzata e dopo aver ispezionato i tre piani dello stabile, hanno rintracciato all'ultimo un romeno di 36 anni che tentava di nascondersi.

Alle ore 3, infine, in via Govone è stato arrestato per furto in abitazione un 27enne albanese dopo che un vicino ha segnalato che si stava arrampicando sulla parete dello stabile per entrare in un appartamento e gli agenti l'hanno trovato nascosto su un albero in corrispondenza del balcone di un appartamento. Dentro lo zainetto aveva oggetti di valore asportati poco prima dall'abitazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate a marzo 2021 per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento