menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Milano, furto affare di famiglia: arrestato il ladro seriale del centro (come suo padre)

In manette un 20enne, specialista dei furti in auto. Nel 2018 in cella anche suo padre

Stessa carriera del papà. E stesso destino. Un ragazzo di 20 anni, un giovane originario del Cile con diversi precedenti, è stato arrestato giovedì scorso dalla polizia con l'accusa di furto aggravato consumato a bordo di auto dopo essere stato sorpreso "al lavoro" in pieno centro a Milano.

A bloccarlo sono stati i poliziotti della Squadra mobile, che avevano organizzato un servizio in borghese nella zona di corso Vercelli dopo aver ricevuto alcune segnalazioni di furti nei veicoli lasciati parcheggiati in strada. Proprio mentre gli agenti erano appostati, il 20enne è comparso in via Buonarroti: lì ha atteso che una donna lasciasse l'auto e si allontanasse per poi riuscire a entrare nell'abitacolo e uscire subito dopo a mani vuote.

Mentre i poliziotti stavano per avvicinarsi, il giovane ladro è passato all'altro lato della strada per ripetere lo stesso e identico copione in un'altra macchina, dalla quale ha portato via una borsa con gli effetti personali del proprietario. Appena è uscito dall'auto, il ragazzo è stato bloccato dai poliziotti ed è stato trovato in possesso di uno "Jammer", un disturbatore di frequenze che attivato al momento giusto inibisce la chiusura centralizzata dei veicoli. A quel punto gli investigatori della Mobile si sono spostati a casa del ladro, dove - nascosti sotto il letto - hanno scoperto borse, zaini, 10 paia di occhiali di varie marche, 4 smartphone, 2 orologi di lusso ed un set di frese odontoiatriche: tutto materiale rubato nell'ultimo periodo a dimostrazione della serialità dei colpi del giovane.

Una volta identificato il ladro, i poliziotti hanno poi scoperto che il furto è un affare di famiglia. Nel 2018, infatti, suo padre era stato arrestato - sempre dalla Mobile - per lo stesso, identico reato, commesso tra l'altro nella stessa zona. L'uomo era finito in manette dopo essere stato bloccato in corso Vercelli con una borsa fatta sparire da una macchina. Anche lui era stato trovato in possesso di uno "Jammer". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento