Cronaca

Rubavano nelle auto aprendole coi disturbatori di frequenza: arrestati in cinque

Carabinieri e polizia attribuiscono loro undici episodi in un anno e mezzo

Arrestata banda di ladri (Repertorio)

Rubavano all'interno delle automobili utilizzando i disturbatori di frequenza ("Jammer") per forzare le serrature. Cinque italiani sono stati arrestati dalla polizia giudiziaria della procura della Repubblica di Milano in seguito ad un'ordinanza del gip, mentre un sesto è indagato a piede libero. 

Polizia e carabinieri insieme hanno "riunito" i fascicoli di diversi episodi a carico del principale indagato, il 37enne L.D., residente a Milano e già in carcere dal 31 maggio del 2017. Gli investigatori hanno lavorato a lungo per individuare i suoi complici, tramite intercettazioni e pedinamenti, e alla fine sono arrivati agli altri componenti della banda.

Ben undici i colpi attribuiti al gruppo, da ottobre 2015 a marzo 2017: i ladri utilizzavano i disturbatori di frequenza per aprire le portiere delle auto. Colpivano prevalentemente nei parcheggi dei centri commerciali o delle aree di servizio e sceglievano vetture di lusso. Rubavano oggetti di valore, tra cui anche i personal computer lasciati incustoditi nelle auto.

La polizia ha notificato a L.D. il nuovo provvedimento e ha arrestato, sempre nella città di Milano, il 33enne L.G.; i carabinieri, dal loro canto, hanno catturato L.M., 34enne di Milano, D.F., 52enne di Sedriano e R.D., 32enne di Rozzano. Durante le relative perquisizioni sono stati sequestrati tre disturbatori di frequenza. Gli arrestati (e l'indagato a piede libero) rispondono di furto aggravato in concorso tra loro, possesso di strumenti per lo scasso e favoreggiamento personale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubavano nelle auto aprendole coi disturbatori di frequenza: arrestati in cinque

MilanoToday è in caricamento