Cronaca

Furti e molestie, sei persone non potranno accedere alla metropolitana di Milano

I provvedimenti della questura a carico di cinque donne e un uomo

Sei persone non potranno avere accesso alle linee del metrò di Milano. Lo ha deciso il questore meneghino emettendo sei provvedimenti di "daspo urbano" a carico di cinque donne e un uomo dediti a furti, richieste di denaro o comportamenti molesti lungo i vagoni della metropolitana. 

Il primo provvedimento è stato emesso il 18 giugno a carico di due donne residenti nel campo rom di Cascina Gobba. Si tratta di una romena di 18 anni che, nell'ultimo mese, è stata più volte sorpresa a chiedere insistentemente l'elemosina ai viaggiatori in transito interponendosi tra loro e le biglietterie automatiche delle stazioni. Ha precedenti per molestie e disturbo. Per sei mesi non potrà accedere alle intere linee M1 (rossa), M2 (verde) e M3 (gialla) nonché alle infrastrutture delle stazioni Duomo e Centrale. La seconda è una connazionale di 21 anni con precedenti per furto aggravato: è destinataria di un daspo per sei mesi con divieto d'accesso alla stazione Duomo e a tutti i treni della linea rossa.

Un altro provvedimento analogo, giovedì primo luglio, è andato a colpire un uomo di 43 anni, cittadino italiano, già destinatario del foglio di via dal comune di San Donato Milanese dove si recava per acquistare sostanze stupefacenti. Più volte è stato visto chiedere elemosina in modo molesto e insistente ai viaggiatori della linea gialla del metrò. Per dodici mesi non potrà quindi accedere ai treni di tutta la linea M3 e alla fermata Duomo.

Altri tre daspo sono scattati per tre romene di 22, 29 e 32 anni, con numerosi precedenti per furto aggravato e già destinatarie di ordini di allontanamento, che non potranno più accedere alla stazione metropolitana Duomo né gravitare nelle immediate vicinanze degli accessi di superficie, rispettivamente per nove, sei e dodici mesi.

Nel mese di giugno, gli agenti di polizia della Polmetro e dell'ufficio prevenzione della divisione anticrimine hanno allontanato dalla rete del metrò milanese circa cinquanta persone. All'attività ha preso parte anche il personale della security di Atm.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti e molestie, sei persone non potranno accedere alla metropolitana di Milano

MilanoToday è in caricamento