rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Vizzolo, ladri colti in flagrante: i carabinieri evitano il linciaggio

I 3 ladri, colti sul fatto, hanno mollato la refurtiva. Solo uno di loro è stato catturato e sottratto alla furia della gente. Fermata anche la vittima di un furto, risultato poi essere in possesso di una pistola detenuta illegalmente

Notte movimentata quella tra mercoledì e giovedì scorso a Vizzolo. E' infatti tornata a colpire la banda che negli ultimi giorni ha messo a segno numerosi furti nel melegnanese. Stavolta però ai tre rapinatori è andata male. Alle 4.50 infatti, mentre stavano agendo in un appartamento di via Sammarzanno, sono giunte sul posto le pattuglie dei carabinieri della compagnia di San Donato Milanese.

I militari hanno sorpreso all'ingresso del condominio tre uomini vestiti di nero, cappellini in lana di colore scuro per nascondere i lineamenti del viso, guanti bianchi di stoffa per non lasciare impronte, con le mani piene di gioielli. Alla vista dei carabinieri i tre hanno lanciato tutto a terra fuggendo in tre direzioni diverse scavalcando la recinzione.

I carabinieri sono riusciti però a bloccare uno di loro, un 26enne albanese pluripregiudicato per reati contro il patrimonio. Immediata la reazione dei condomini che hanno tentato il linciaggio dell'uomo, evitato però dai militari.

A scatenare la rabbia della gente il fatto che i tre ladri avevano appena saccheggiato ben tre appartamenti in via Sarmazzano, uno in Via Rossigni a Vizzolo, uno a San Zenone al Lambro ed uno a Settala. I carabinieri pensano, stando alle testimonianze raccolte, che dovrebbe trattarsi della stessa banda.

Durante la concitazione i militari hanno visto una persona avvicinarsi brandendo un'arma nei confronti del ladro. Bloccato è stato individuato sì come vittima di un furto, ma anche come ex sorvegliato speciale di pubblica sicurezza molto noto alle forze dell'ordine. Si tratta di un palermitano il quale è stato immediatamente arrestato poiché in possesso di un'arma illegalmente detenuta e con la matricola abrasa.


Ladro e derubato sono stati trasportati nelle camere di sicurezza e da lì al carcere di Lodi. Sono in corso altri accertamenti per risalire all'identità degli altri 2 complici, molto probabilmente autori della forte recrudescenza di furti nel melegnanese negli ultimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vizzolo, ladri colti in flagrante: i carabinieri evitano il linciaggio

MilanoToday è in caricamento