Cronaca

Ruba un’auto, ma suona il clacson: ventottenne scoperto e arrestato

Il ladro è stato fermato dallo stesso proprietario dell'auto e poi arrestato dai carabinieri. Era parte di una banda specializzata in furti di macchine

Il 28enne ha suonato il clacson ed è stato scoperto (Repertorio)

Aveva fiutato l’occasione buona e non se l’era lasciata sfuggire. Peccato per lui, però, che abbia suonato il clacson dell’auto che stava rubando, attirando l’attenzione del proprietario della stessa macchina. 

B.S., un albanese ventottenne residente a Genova, è stato arrestato venerdì sera dai carabinieri a Castello d’Agnona, nel pavese.  Il giovane aveva appena cercato di rubare una Jeep Wrangler parcheggiata davanti ad un bar del paese. 

Nell'entrare in macchina, lasciata in moto da uno studente venticinquenne, il ladro ha inavvertitamente suonato il clacson, facendo tornare indietro proprio il legittimo proprietario della macchina. Lo studente è riuscito a correre verso la vettura e, aprendo lo sportello, ha fermato il ladro. 

L’albanese, però, non si è arreso. Vistosi scoperto, ha guardato lo studente e gli ha chiesto: “Mi dai un passaggio?”. Poi, ha cercato di fuggire a piedi, venendo subito bloccato dai militari. 

I carabinieri, nonostante le resistenze dell’uomo, sono riusciti ad identificarlo e hanno scoperto che era parte di una banda specializzata in furti di auto di grossa cilindrata. Altri complici sono riusciti ad allontanarsi prima dell’arrivo dei militari. 

Il ventottenne è stato trattenuto presso la camera di sicurezza del comando compagnia di Vigevano in attesa del rito direttissimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba un’auto, ma suona il clacson: ventottenne scoperto e arrestato

MilanoToday è in caricamento