Il palo e il ladro "veloce": due borseggiatori arrestati subito dopo il furto in Centrale

In manette un 25enne e un 23enne, fermati dalla polizia subito dopo un furto in Centrale

Il ladro in azione

Lei, la loro vittima, era distratta. Gli agenti, in borghese, evidentemente no. Due uomini - un cittadino palestinese di 23 anni e un libico di 25 - sono stati arrestati nelle scorse ore a Milano con l'accusa di furto aggravato in concorso dopo aver derubato una turista asiatica in stazione centrale. 

Teatro del loro blitz, ripreso interamente dalle telecamere di video sorveglianza, è stato il corridoio che conduce alla biglietteria. Lì a finire nel mirino dei due è stata una ragazza che era in attesa, seduta proprio su uno dei suoi bagagli, dando le spalle al resto delle valigie. Così, mentre uno dei due è rimasto a fare da palo controllando l'eventuale arrivo delle forze dell'ordine, l'altro - fngendo di parlare al cellulare - si è avvicinato, ha afferrato uno zaino con una mossa velocissima e si è poi allontanato, senza che la vittima si accorgesse di nulla.

Ad accorgersi del furto, però, sono stati i poliziotti che erano al lavoro proprio per un servizio anti borseggio. Gli agenti hanno così seguito i ladri fino in via Pisani, dove si sono incontrati, e li hanno ammanettati. Lo zaino è stato restituito alla turista, mentre la giornata dei due è finita in cella. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La Lombardia diventa zona arancione: adesso è ufficiale. Ecco da quando e cosa cambia

  • "Ve matamos a todos", poi calci e pugni: il folle assalto della 'gang', 5 poliziotti feriti in metro

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

  • Fontana: "Milano rimane zona rossa. Governo vuole mantenerla fino al 3 dicembre"

Torna su
MilanoToday è in caricamento