Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Stazione Centrale / Via Giuseppina Lazzaroni

Il ladro sbadato che dopo un furto in casa lascia lì i "documenti" della Questura a nome suo

In manette un 25enne, ricercato il complice. Il racconto dell'incredibile furto

Non propriamente due geni del crimine. Un ragazzo di 25 anni è stato fermato, e il suo complice è attualmente ricercato, dopo un blitz in casa a Milano finito in una maniera decisamente goffa. 

Sabato sera, stando a quanto finora ricostruito, i due sono riusciti a entrare in un appartamento di via Lazzaroni - zona stazione Centrale - per mettere a segno un furto. A interromperli, però, ci ha pensato il proprietario dell'abitazione, che è tornato proprio mentre i due erano in azione ed è riuscito a metterli in fuga. 

Scappando, i ladri hanno lasciato in casa la refurtiva che avevano già raccolto ma, soprattutto, un sacchetto con all'interno degli atti con tutti i loro dati di una Volante, che nei giorni scorsi li aveva indagati a piede libero dopo un controllo. Raccolte le carte, i ragazzi dell'ufficio prevenzione generale hanno così avuto nomi e cognomi dei due, entrambi loro "vecchie conoscenze". Domenica pomeriggio, durante un normale giro di controllo in stazione, la svolta: gli agenti hanno visto il 25enne, lo hanno riconosciuto e lo hanno fermato. 

Il giovane, un marocchino irregolare in Italia e con precedenti specifici, è stato quindi sottoposto a un fermo di polizia giudiziaria con l'accusa di furto pluriaggravato in concorso. Il suo complice è invece ancora in fuga. Almeno per ora. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ladro sbadato che dopo un furto in casa lascia lì i "documenti" della Questura a nome suo

MilanoToday è in caricamento