Cronaca Porta Venezia / Via Vitruvio

Il fotografo derubato, il colpo da 10mila euro e il ladro tradito da un gelato

In manette un 47enne accusato di aver derubato un fotografo

Maledetta gola. Un uomo di 47 anni, un cittadino dominicano con numerosi precedenti alle spalle, è stato arrestato lunedì pomeriggio dalla polizia a Milano con le accuse di ricettazione e utilizzo indebito di carte di pagamento dopo aver derubato un fotografo che stava effettuando un servizio in città. 

Il blitz del ladro, stando a quanto finora ricostruito dalla Questura, è scattato fuori dalla basilica di Sant'Agostino, in via Copernico. Il fotografo - un 23enne italiano molto attivo sui social - aveva poggiato lo zaino a terra per fare degli scatti e un attimo dopo si è accorto che qualcuno gli aveva portato via la borsa, con all'interno un Mac da 5mila euro, una fotocamera da 4mila, altri attrezzi e microfoni - per un valore totale di 10mila euro -, oltre che il portafogli con documenti e carte. 

Passato qualche minuto, il giovane ha ricevuto sul suo cellulare una notifica della banca che lo avvisava che il suo bancomat era stato utilizzato qualche attimo prima in una gelateria di via Vitruvio, a pochissima distanza da lì. Così il fotografo ha raggiunto il locale e ha dato l'allarme al 112. La Volante arrivata sul posto ha identificato il 47enne, che dopo qualche tentativo di resistenza ha consegnato spontaneamente il portatessere della vittima. 

Lui stesso ha spiegato che aveva intenzione di restituire tutto, ma che prima voleva "soltanto" mangiare qualcosa. Ormai in trappola, il ladro ha poi fatto ritrovare anche lo zaino con il resto della refurtiva, che era stato nascosto in una cantina di un palazzo di via Giulio Tarra. Il fotografo è così riuscito a recuperare tutto, tranne 100 euro in contanti, che erano ormai spariti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il fotografo derubato, il colpo da 10mila euro e il ladro tradito da un gelato

MilanoToday è in caricamento