Cronaca Via Giuseppe Ripamonti, 193

Sventato furto in gioielleria, ladro in fuga: nel 2004 il proprietario uccise un rapinatore

La polizia è intervenuta nella notte tra sabato e domenica in via Ripamonti 193, nella gioielleria Maiocchi. Nel 2004, il proprietario del locale aveva ucciso un ladro con una pistola

La gioielleria - Foto da Fb

Ha lasciato lì il camion e gli attrezzi del “mestiere”. É fuggito in fretta e furia per evitare di essere acciuffato dalla polizia. E, per ora, ha fatto perdere le proprie tracce. Colpo fallito, nella notte tra sabato e domenica, nella gioielleria Maiocchi, di via Ripamonti 193. 

A evitare che il ladro, o i ladri, riuscissero nel loro intento è stato il tempestivo intervento della polizia, allertata da una vicina che ha sentito dei rumori provenire dal locale. 

Al loro arrivo, gli agenti hanno trovato parte della saracinesca già smontata, con dei ganci legati a un furgone - rubato poco prima - con cui sarebbe stata tirata via. 

Non è la prima volta, tra l’altro, che la strada della famiglia Maiocchi si incrocia con quella dei ladri. Nel 2004, infatti, il proprietario della gioielleria aveva aperto il fuoco contro un rapinatore, un ventunenne del Montenegro, uccidendolo. Nel successivo processo, poi, l’uomo era stato condannato a un anno e sei mesi, senza carcere, mentre suo padre era stato condannato a un mese di reclusione. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sventato furto in gioielleria, ladro in fuga: nel 2004 il proprietario uccise un rapinatore

MilanoToday è in caricamento