La tecnica dei borseggiatori: "studiano" i passeggeri e colpiscono in coppia. Arrestati

I poliziotti in borghese li tenevano d'occhio

Repertorio

Hanno derubato il cellulare ad una ragazza che lo teneva nella tasca dei pantaloni, ma i poliziotti li tenevano d'occhio da un po' e sono intervenuti. E' successo in metropolitana, nella stazione di Porta Genova, nella serata di venerdì 15 novembre.

Tutto è iniziato poco prima delle nove, in via Torino, quando gli agenti della squadra mobile, di pattuglia, hanno notato i due giovani nordafricani (un algerino di 27 anni e un libico di 24 anni) che "studiavano" le persone in attesa di un tram in direzione periferia. I due sono poi saliti sul tram (e gli agenti con loro, in borghese) e hanno proseguito "l'osservazione" dei passeggeri, senza però commettere reati.

Arrivati a Porta Genova, i due sono scesi in metropolitana e lì hanno colpito: si sono avvicinati ad una ragazza (che era in compagnia di amiche in gita a Milano) e, mentre uno le rallentava la camminata ponendosi davanti, l'altro da dietro "estraeva" dalla tasca dei pantaloni il cellulare.

La ragazza se n'è accorta immediatamente e si è messa a urlare, strappando il telefono dalle mani del ladro. I poliziotti, che avevano assistito alla scena, sono intervenuti arrestando i due per furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shirley, la baby sitter morta nello schianto tra un pullman Atm e un camion Amsa a Milano

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • Milano, Carrefour compra 28 supermercati Auchan da Conad: "Nessun esubero"

  • Milano, rapinato il ristoratore dei vip: "Pistola contro per rubarmi soldi contanti e orologio"

  • Incidente tra filobus Atm e camion Amsa: indagati per omicidio stradale i conducenti

  • Milano, sciopero Trenord in arrivo: treni a rischio per 24 ore e nessuna fascia di garanzia

Torna su
MilanoToday è in caricamento