Cronaca Porta Venezia / Viale Abruzzi

Torna nel laboratorio della madre e scopre il furto di 20 quadri d'autore

La scoperta in viale Abruzzi venerdì 27 luglio. Il locale era rimasto allagato per una perdita d'acqua e l'idraulico aveva tranciato il grosso lucchetto

Il grosso lucchetto, che lui stesso mesi prima aveva posizionato alla porta, era sparito. Dentro il laboratorio, in viale Abruzzi, mancavano diversi quadri d'autore russi degli anni '30: almeno venti. E l'ambiente era tutto ammuffito.

Amara sorpresa, alle otto e quaranta di sera di venerdì 27 luglio, per un uomo di 53 anni residente a Nizza che si era recato in un laboratorio di proprietà della sua anziana madre, utilizzato dalla famiglia come deposito di materiale vario. L'uomo ha chiesto aiuto alla polizia, intervenuta sul posto.

Il custode dello stabile, contattato dagli agenti, ha riferito che il 2 giugno si era reso necessario un intervento da parte di un idraulico per una grossa perdita d'acqua nel condominio. L'incaricato era stato autorizzato dall'amministratore a tranciare il grosso lucchetto, per poi sostituirlo con uno più piccolo che però mancava all'appello: evidentemente qualcuno, nel frattempo, è entrato nel locale e ha fatto razzia dei quadri.

Secondo il 53enne, quei dipinti valgono in tutto almeno 300 mila euro. Probabilmente però l'ambiente allagato aveva rovinato le tele.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna nel laboratorio della madre e scopre il furto di 20 quadri d'autore

MilanoToday è in caricamento