rotate-mobile
Cronaca Melegnano / Via Paolo Frisi

Fingono di esser stati sequestrati per evitare l'arresto, in manette due ladri

Stavano scassinando la cassaforte dell'ufficio, hanno tentato di sfuggire all'arresto chiudendosi in bagno e legandosi i polsi, un attimo prima dell'arrivo dei carabinieri

Il collaboratore di un'agenzia e un suo complice, che stavano scassinando la cassaforte dell'ufficio, hanno tentato di sfuggire all'arresto chiudendosi in bagno e legandosi i polsi, un attimo prima dell'arrivo dei carabinieri.

Lo stratagemma di fingersi sequestrati dai ignoti ladri non ha ingannato i carabinieri, soprattutto perché nel calzino di uno dei due è stata trovata la chiave del bagno. Entrambi sono finiti in manette.

E' successo all' agenzia Tecnocasa in via Frisi, a Melegnano (Milano). Arrestati un albanese di 25 anni, pregiudicato, titolare di un bar a Melegnano, e un cingalese di 29 anni, collaboratore tecnico dell'agenzia.

I carabinieri sono stati chiamati da un condomino, allarmato dal rumore del trapano. I due stranieri hanno raccontato di essere stati legati da ignoti banditi che volevano rubare il contenuto della cassaforte.

Ma nell'altra stanza c'erano gli arnesi da scasso e soprattutto nel calzino di uno dei due è stata trovata la chiave della porta del bagno dove si erano chiusi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fingono di esser stati sequestrati per evitare l'arresto, in manette due ladri

MilanoToday è in caricamento