rotate-mobile
Cronaca

Batcasa, per Moratti jr accuse di "abusivismo edilizio e falso ideologico"

La procura di Milano chiude le indagini sulla casa in via Ajraghi del figlio dell'ex sindaco. Moratti è accusato di abusivismo edilizio e di concorso in falso ideologico

La procura di Milano ha chiuso le indagini in vista della richiesta di rinvio a giudizio per Gabriele Moratti, figlio dell'ex sindaco di Milano Letizia, e altre tre persone, per la vicenda con al centro la 'Bat-casa' del giovane.

Gabriele Moratti è accusato di abusivismo edilizio e di concorso in falso ideologico, per aver trasformato cinque capannoni industriali in via Ajraghi, periferia Nord-Ovest di Milano, in una villa ispirata a quella di Batman.

Moratti, in questo periodo, sta già sostenendo la causa che lo vede contrapposto all'ex pilota della Ferrari Eddie Irvine per un diverbio in un locale. 

L'inchiesta condotta dal procuratore aggiunto di Milano Alfredo Robledo ha permesso di accertare che nei cinque capannoni sarebbero state eseguite opere edili senza il permesso a costruire. Gli accertamenti delle Fiamme Gialle hanno consentito infatti di verificare che all'interno della bat-casa erano state realizzate una palestra, una piscina, oltre alla cucina, al soggiorno e alle camere da letto.

Per la trasformazione dei capannoni e la modifica della loro destinazione d'uso da laboratorio in residenziale è stata però riscontrata la presentazione di false attestazioni e omissioni durante i sopralluoghi da parte del personale preposto ai controlli. Solo quattro dei cinque capannoni sono stati uniti in un solo grande spazio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Batcasa, per Moratti jr accuse di "abusivismo edilizio e falso ideologico"

MilanoToday è in caricamento