rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Rapinatore ucciso a Gallarate, secondo l'autopsia non è morto sul colpo

William Triuggio, secondo i medici legali, è deceduto a causa di uno shock emorragico. Il carabiniere che ha esploso il proiettile è ancora indagato

Non è morto sul colpo William Triuggio, rapinatore deceduto nella notte tra lunedì e martedì 6 ottobre a Gallarate (Varese) raggiunto da un proiettile esploso da un carabiniere al termine di un inseguimento. Il malvivente, secondo quanto emerso dalle prime indiscrezioni sull'autopsia effettuata lunedì e riportate da La Prealpina, è deceduto per uno shock emorragico.

Il medico legale ha confermato che il proiettile non lo ha ucciso sul colpo, pur  avendo trapassato il collo e fermandosi nella spalla. 

La procura di Busto Arsizio ha nominato un consulente le cui conclusioni saranno fondamentali per decretare l’archiviazione o meno della posizione del carabiniere, ad oggi indagato per eccesso di uso legittimo di armi da fuoco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore ucciso a Gallarate, secondo l'autopsia non è morto sul colpo

MilanoToday è in caricamento