Cronaca Duomo / Piazza del Duomo

In casa rifiuti, sporco e 33 gatti: denunciata 'accumulatrice seriale'

La donna vendeva cuccioli di siberiano online: in casa aveva trentatré gatti e soltanto quattro lettiere. Una stanza, la cantina e il box sono stati trovati pieni di oggetti fino al soffitto. La donna è stata denunciata dall'Enpa

La donna è stata denunciata - Foto repertorio

Aveva trasformato la sua abitazione in un gattile. Probabilmente senza nessun vero interesse per le condizioni degli animali, ma soltanto e semplicemente per appagare il suo bisogno di “accumulare”. 

Una donna milanese, probabilmente un “accumulatrice seriale”, è stata denunciata dall’Ente nazionale protezione animali con l’accusa di “maltrattamenti”. In casa della signora, che vendeva cuccioli di siberiano online, la polizia locale e i veterinari dell’Asl hanno trovato trentatré mici. 

I gatti e la donna vivevano in condizioni di assoluto degrado, tra rifiuti e sporco. Soltanto una stanza dell’appartamento, racconta il “Corriere della Sera”, era interdetta ai mici, ma in quella stessa stanza - così come nel box e nella cantina della signora - gli agenti hanno trovato abiti e altri oggetti accumulati e impilati fino al toccare il soffitto.

A far scoprire il tutto è stata una segnalazione arrivata in estate all’Enpa da parte di alcune persone che avevano acquistato gatti on line dalla donna. In un caso, infatti, il cucciolo era morto per peritonite, il che aveva creato dei sospetti nel proprietario. 

Enpa e Asl, quindi, avevano già provato ad entrare in casa della signora, ricevendo però come risposta un netto rifiuto. Difronte alla polizia locale, però, la donna non ha potuto far altro che aprire la porta e mostrare quello che nascondeva in casa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In casa rifiuti, sporco e 33 gatti: denunciata 'accumulatrice seriale'

MilanoToday è in caricamento