Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Taglia sul killer dei micini: 120 cuccioli uccisi soffocati in una scatola

Uccisi per asfissia in una scatola. E poi lasciati davanti a un cancello. C'è una taglia sul "killer" dei gattini che sta "azzerando" la colonia felina di Cassinetta di Lugagnano

Strappati dalla mamma appena nati. Poi infilati in una scatola da scarpe - spesso ricoperta da un sacchetto di plastica - e lasciati morire per asfissia, soffocati.

E' questa la terribile fine che hanno fatto quasi 120 gattini - nelle ultime settimane -, vittime di uno scriteriato che sta "azzerando" la colonia felina di Cassinetta di Lugagnano, paese in provincia di Milano. Il "rituale" della loro morte viene ripetuto ossessivamente, quasi a mandare un messaggio. Una volta uccisi nelle scatole, i mici vengono sempre lasciati nello stesso luogo, davanti a un cancello.

Dopo l'ennesimo e macabro ritrovamento di un sacchetto, Aidaa, Associazione italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente, ha deciso di mettere una taglia di 6mila euro sul killer dei gatti. "Gia' da diversi mesi - spiega Lorenzo Croce ad Andkronos, presidente nazionale di Aidaa - stiamo seguendo la situazione della colonia felina in questione ma adesso, dopo il ritrovamento di una cucciolata di tre micini di poco piu' di una settimana, fortunatamente vivi ma in condizioni pietose lasciati ancora nel sacchetto di plastica davanti al solito cancello, abbiamo deciso di accelerare i tempi di intervento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taglia sul killer dei micini: 120 cuccioli uccisi soffocati in una scatola

MilanoToday è in caricamento