Cronaca

Gessate, controllore ha infarto dopo lite con straniero: è in coma

Tra il dipendente Atm e l'extracomunitario (un senegalese) ci sarebbe stato un violento diverbio per un biglietto non pagato. L'uomo, 49 anni, ha infarto: è gravissimo in ospedale

L'ingresso del metrò a Gessate

Aggredito in un mezzanino del metrò, è grave in ospedale. E' accaduto a un dipendente Atm di 49 anni, nella stazione di Gessate sulla linea verde. All'uomo, molto probabilmente, è venuto un infarto dopo una colluttazione con uno straniero. 

Ora è in coma farmacologico, e le sue condizioni sono gravi. I medici non si sarebbero sbilanciati. Il malore potrebbe aver causato danni celebrali irreversibili. Dopo esser stato ricoverato a Melzo, si trova ora nel nosocomio di Cernusco sul Naviglio. Da quanto è stato appurato, l'uomo avrebbe avuto un violento diverbio con un extracomunitario (sembra un senegalese irregolare) per un biglietto scaduto. Dalle prime immagini delle telecamere visionate dalla polizia sembrerebbe che l'africano era stato inseguito dopo aver superato i tornelli dall'addetto, e fermato perché munito di un biglietto scaduto.

Dopo una breve lite lo straniero avrebbe colpito l'addetto alla testa, all'altezza di un orecchio, e poi di striscio sul petto, con una scatola. Poi si sarebbe allontanato prima di venire rintracciato dagli uomini della polmetro. Ora è in stato di fermo con l'accusa di violenza e resistenza a pubblico ufficiale. 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gessate, controllore ha infarto dopo lite con straniero: è in coma

MilanoToday è in caricamento