menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Repertorio

Repertorio

Ghiaccio sui marciapiedi: boom di cadute a Milano e provincia, super lavoro per il 118

Ci sono state 75 cadute: complessivamente tra quelle indicate per ghiaccio e quelle 'normali'

Cadute al suolo per colpa del ghiaccio sui marciapiedi. Giovedì 31 dicembre, più dei giorni precedenti con tutti gli altri disagi per la neve, a Milano e provincia si sono verificati incidenti per colpa delle lastre di ghiaccio che si sono formate dove negli ultimi giorni c'era la neve. Scivolate per le quali spesso è dovuto intervenire il personale del 118.

Marciapiedi ghiacciati: boom di cadute a Milano e provincia

Basti pensare che dalle 7.30 alle 11.42, quindi in poco più di 4 ore, l'Azienda regionale emergenza urgenza ha inviato 21 ambulanze in giro per la provincia di Milano per soccorrere persone cadute per colpa della neve o del ghiaccio. Questo senza contare gli altri 55 interventi del personale sanitario per "caduta al suolo" generica, alcune delle quali potrebbero comunque essere state causate indirettamente dalla neve ghiacciata. 

I 20 interventi per di "caduta per ghiaccio /neve" - fino a mezzogiorno, stando ai dati Areu - sono stati realizzati a Milano (in buona parte), Segrate (dove un uomo ha perfino minacciato il sindaco per la situazione), Bollate, Sesto San Giovanni (dove mercoledì i carabinieri hanno aiutato una donna in difficoltà), San Giuliano Milanese, Cusano Milanino, Cisliano, Lainate, Pioltello, Cernusco sul Naviglio, Senago e Inzago.

La maggior parte di pazienti sono anziani o di mezza età, ma c'è per esempio anche una 27enne. Sono stati soccorsi in codice verde e portati in vari ospedali della provincia. Contusioni, distorsioni o sospette piccole fratture. Nulla di grave ma eventi senza dubbio indesiderati.

Il problema del ghiaccio su marciapiedi e strada

Il problema ghiaccio, con il passare delle ore e l'arrivo del sole è andato via via diminuendo ma il rischio tornerà nelle ore serali. Anche se in molti dei comuni citati, Milano in primis, i marciapiedi sono stati preventivamente trattati col sale dal personale comunale e dai privati per evitare il congelamento.

Le 75 cadute - numero complessivo tra quelle indicate per ghiaccio e quelle 'normali' -  sono un campanello di allarme. Non si può che constatare che evidentemente non mancano le aree dove la prevenzione non è stata sufficiente. E le previsioni meteo per Capodanno non lasciano ben sperare per i prossimi giorni.

Flop del piano anti neve a Milano: il botta e risposta 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento