Cronaca

Picchia la fidanzata e la sequestra in casa: "L'ho fatto, ho problemi psichici". Il gip dispone il carcere

L'uomo ha ammesso le sue responsabilità al gip che ha deciso di farlo restare in carcere

Ha ammesso le sue responsabilità Giacomo Oldrati davanti al gip Ilaria De Magistris, all'interrogatorio di convalida dopo l'arresto per avere picchiato la sua compagna e averla tenuta chiusa in casa contro la sua volontà per quattro giorni nell'appartamento di via Biella, in zona Barona.

Come si ricorderà, martedì la ragazza (una 26enne) era riuscita a scappare dall'appartamento lanciandosi dal balcone al secondo piano, prima "atterrando" nel balcone di sotto, poi calandosi a terra, scivolando e precipitando nel cortile interno dell'edificio. Era completamente nuda: l'uomo l'aveva costretta a spogliarsi e stava riempiendo la vasca da bagno con acqua ghiacciata. L'ennesima sevizia a cui l'avrebbe sottoposta, se lei (sfruttando un momento di distrazione) non fosse riuscita a scappare.

Il gip: "Resti in carcere"

L'uomo, 39 anni, ha riferito al magistrato di soffrire di problemi psichici e secondo quanto riferito avrebbe anche elencato minuziosamente i medici che lo hanno seguito e le cure a cui si sottopone. Il gip ha deciso di farlo rimanere in carcere, in custodia cautelare, ritenendo che vi sia il pericolo della reiterazione del reato. In altre parole, per il magistrato l'uomo potrebbe ancora fare del male a qualcuno. 

Un'altra strada percorribile, ma che evidentemente non è stata scelta, sarebbe stata quella di porre Oldrati all'interno di una "residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza", Rems. Si tratta delle strutture che, nel 2015, hanno sostituito i vecchi ospedali psichiatrico-giudiziari. In Italia ce ne sono una trentina di cui, in Lombardia, quella di Castiglione delle Stiviere (Mantova), con una capienza di 120 posti: la più grande del Paese.

Oldrani nel 2018 venne assolto per vizio di mente, a Bologna, dalle accuse di sequestro di persona, violenza sessuale, lesioni aggravate e tenato omicidio nei confronti della sua fidanzata, della sua ex fidanzata e di due loro amiche. I fatti risalivano al 2012. Ora risponde di sequestro di persona e lesioni gravissime.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la fidanzata e la sequestra in casa: "L'ho fatto, ho problemi psichici". Il gip dispone il carcere

MilanoToday è in caricamento