menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Scrofani

Scrofani

Milano, intitolato un parco a Paolo Scrofani: poliziotto ucciso da una violenta esplosione

Il fatto avvenne il 28 giugno 2002, era il dirigente del Commissariato di Porta Ticinese

I giardini di viale Giovanni da Cermenate a Milano sono stati intitolati al dirigente della polizia di Stato Paolo Scrofani caduto nell’adempimento del dovere. Lunedì alla presenza dell’Amministrazione comunale e del Capo della polizia, Franco Gabrielli, si è svolta la cerimonia preceduta dalla celebrazione della santa messa presso la chiesa dei Santi Quattro Evangelisti in via Giovanni Pezzotti, presieduta da Mario Delpini, Arcivescovo di Milano. 

Giardini Paolo Scrofani-2

Con l’intitolazione dei giardini di viale Cermenate a Paolo Scrofani Milano vuole ricordare il sacrificio e il coraggio di un uomo devoto alla nostra comunità", ha detto il sindaco Beppe Sala.

Il 28 giugno 2002, il funzionario della polizia, all’epoca dirigente del Commissariato di Porta Ticinese, intervenne volontariamente presso lo stabile di viale Giovanni da Cermenate 64, a pochi metri dai giardini, dove un inquilino moroso, pregiudicato, si era barricato nella propria abitazione per opporsi ad uno sfratto disposto dall’autorità giudiziaria. Mentre Scrofani intavolava con lui una mediazione per ricondurlo alla ragione, venne investito da una fortissima esplosione provocata dall’uomo, che aveva saturato con il gas l’appartamento. Scrofani, che aveva 40 anni, morì il giorno dopo a causa dei gravissimi traumi riportati.

"Riconoscenza al Comune di Milano"

“L’intitolazione di un parco a Milano dedicato alla memoria del vice questore Paolo Scrofani, morto in servizio, nel tentativo di ricondurre alla ragione un pregiudicato, è un atto giusto ed importante per il quale sentiamo di dimostrare pubblicamente riconoscenza al Comune di Milano”. Così in una nota il portavoce dell’Associazione Nazionale Funzionari di Polizia (Anfp), Girolamo Lacquaniti, interviene in relazione alla cerimonia odierna di intitolazione del Giardini pubblici di Via Cermenate a Milano.

“Un riconoscimento – aggiunge Lacquaniti – che arriva in un momento particolarmente significativo per il nostro Paese dove la crisi sociale e di valori sembra addirittura prevalere su quella economica”. “Il collega Paolo Scrofani – ricorda – è morto durante una delle azioni tipiche di chi fa il funzionario di Polizia: tentare di portare pacifica convivenza. Una azione che oggi quotidianamente svolgono i funzionari di Polizia, sempre più coinvolti in contesti caratterizzati da tensioni e conflitti anche in ambiti di controversie tra privati”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Zona arancione: le faq aggiornate al 20 gennaio per capire cosa si può fare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento