Recuperati a Baggio i gioielli di Evita Peron

Erano nascosti in una stanza dell'Hotel Silver. La banda di malviventi (nomadi di origini serbe) si era spacciata per scieicchi e aveva rapinato una famosa gioielleria spagnola

L'esclusiva collezione di gioielli di Evita, la moglie dell'ex presidente argentino Juan Domingo Peron (nella foto a sinistra), è stata ritrovata a Milano, per la precisione nella cassaforte di una stanza d'albergo a Baggio. Uno dei malviventi aveva infatti affittato una stanza all'Hotel Silver.

Gli investigatori, nel maggio del 2010, avevano già arrestato sette dei responsabili, ma erano sulle tracce degli ultimi complici e soprattutto dei gioielli. Con l'operazione di ieri i carabinieri hanno rintracciato soltanto la preziosa collezione, che era stata sottratta il 17 dicembre 2009 in una stanza d'albergo in Spagna, durante un incontro tra la banda e i proprietari d'una famosa gioielleria di Valencia.

I serbi avevano precedentemente ottenuto la fiducia dei gioiellieri spacciandosi per scieicchi con limousine, autisti e guardie del corpo.

MILANO BASE OPERATIVA - Le forze dell'ordine di tutta europa sanno che Milano è la base operativa per tutti i nomadi specializzati in truffe. E' stato quindi naturale, per la polizia spagnola, mettersi in contatto con i carabinieri della nostra città.

RIP DEAL - Il raggiro in cui sono specializzati i nomadi responsabili del furto dei gioielli di Evita è denominato "rip deal", e consiste in questo: il truffatore dapprima mostra banconote vere alla vittima, poi le sostituisce con denaro falso. Il "rip deal" tentato ai danni dei gioiellieri di Valencia era però fallito, e i malviventi avevano allora aggredito le vittime e portato via i gioielli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

RECUPERATI I DUE TERZI - I carabinieri milanesi stavano "inseguendo" da tempo la refurtiva, dopo avere sgominato quasi tutta la banda nel 2010. I malviventi rimasti liberi, infatti, cambiavano spesso nascondiglio. Ma ieri finalmente i gioielli sono stati intercettati a Baggio. Sembra che stessero per esser piazzati nei mercati neri dell'Est. Manca però all'appello circa un terzo della collezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 47 anni Alessandro Catone, il "Porco schifo" di YouTube

  • Torna l'ora solare: come e quando spostare le lancette dell'orologio per cambiare l'ora

  • Covid, Lombardia terzultima in Italia per contagi: "Si è creata una sorta di immunità"

  • 'Milanese' bloccato in Argentina per il coronavirus muore assassinato: addio a Lucas

  • Milano, violenza sessuale al Parco Nord: ragazza 20enne stuprata in una notte d'orrore

  • Mega rissa a colpi di cestelli al supermercato perché non indossano la mascherina: il video

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento