rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Giovane ucciso da baristi, colpevoli offrono risarcimento

Fausto e Daniele Cristofoli uccisero con una sprangata Abdoul, che aveva rubato delle merendine nel loro bar. Offrono alla famiglia della vittima 100mila euro di risarcimento. I due sono accusati di omicidio aggravato da futili motivi

Il pubblico ministero Roberta Brera ha chiesto per i Fausto e Daniele Cristofoli la condanna a 16 anni e 8 mesi di carcere per l’omicidio di Abdoul Guiebre.

A breve toccherà alle parti civili parlare.

Aggiornato alle 15.17 del 16 luglio


I due baristi accusati nel 2008 dell’omicidio di Abdoul Salam Guiebre si sono offerti di pagare 100mila euro alla famiglia della giovane vittima, come proposta di risarcimento.

La somma è stata messa insieme dai due, che hanno deciso di vendere le rispettive abitazioni.
Da indiscrezioni si sa già che la famiglia non ha intenzione di accettare il denaro e vuole che sia il giudice per le udienze preliminare a stabilire l’ammontare di un eventuale risarcimento.

Abdoul fu ucciso nel settembre del 2008 quando, insieme a due amici, rubò dei dolciumi dal bar di Fausto e Daniele Cristofoli, i due imputati. I due gestori all’epoca ingaggiarono un inseguimento con i ladri che sfociò in una lite e nella morte poi di Abdoul, colpito alla testa da una sprangata.

I due Cristofoli sono accusati di omicidio aggravato dai futili motivi.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane ucciso da baristi, colpevoli offrono risarcimento

MilanoToday è in caricamento