rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

Latitante da quattro anni accetta un'intervista con un 'giornale' della polizia e viene arrestata

L'operazione viene portata a termine dalla Catturandi del Commissariato di Quarto Oggiaro

I poliziotti si fingono giornalisti per concordare un'intervista con una latitante impegnata da tempo a condurre una rubrica online sul tema delle pulizie e della salubrità degli ambienti industriali. Lei, Giovanna Barberis, probabilmente assetata di notorietà, cade nella trappola e si fa arrestare.

E' un'italiana sessantacinquenne condannata in via definitiva a quattro anni di reclusione e dieci anni di interdizione dai pubblici uffici per bancarotta fraudolenta e falso in bilancio proprio per una ditta di pulizie.

L'operazione viene portata a termine dalla Catturandi del Commissariato di Quarto Oggiaro, guidata dal dirigente Antonio D'Urso. Nel corso delle indagini per rintracciare la donna, gli agenti scoprono che la sessantacinquenne era domiciliata in un camper all'interno di un campo nomadi di Mezzago (Mb), nonostante ufficialmente risultasse residente a Milano. La sua latitanza durava da quattro anni. Nel frattempo, la signora curava una rubrica online chiamata "Pronto Giovanna", sul sito Cleaningcommunity.

Per riuscire a fermarla, i poliziotti decidono di fingersi redattori di un'emittente online interessata ad un evento fieristico in programma a Verona per fine maggio, dove la donna avrebbe partecipato. Le propongono di rilasciare un’intervista. Dopo aver concordato l'appuntamento in una sala di registrazione, gli agenti si presentano dalla ricercata e la bloccano. Ora si trova a San Vittore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Latitante da quattro anni accetta un'intervista con un 'giornale' della polizia e viene arrestata

MilanoToday è in caricamento