Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Arcore, giovedì poliziotti in presidio contro i tagli

La manifestazione, organizzata dai sindacati, si terrà davanti la villa del premier Berlusconi giovedì 9 dicembre a partire dalle 9.30. Le forze dell'ordine temono che la manovra del governo possa limitare ancor di più la loro operatività

Ancora proteste contro le politiche del governo Berlusconi. Dopo quelle del mondo della scuola e delle università dei giorni scorsi e quella prevista oggi pomeriggio in occasione della Prima della Scala in cui studenti, immigrati e lavoratori dello spettacolo manifesteranno insieme, giovedì sarà la volta dei poliziotti.

Il 9 dicembre i poliziotti  manifesteranno in via San Martino, ad Arcore, davanti la villa di Berlusconi dalle ore 9.30 alle ore 14.30. L’iniziativa, stata organizzata da Siulp, Sap, Siap, Silp per la Cgil, Ugl, Coisp, ha lo scopo di  protestare contro le politiche finanziare dei tagli che hanno già sottratto alle forze di polizia circa 2 miliardi e mezzo di euro in tre anni.

I poliziotti saranno lì per dire no ad eventuali ulteriori tagli introdotti dalla nuova finanziaria. La manovra, infatti, potrebbe limitare ancora di più l’operatività dei servizi delle forze di polizia e dei vigili del fuoco fissando, dal 31 dicembre 2010, un tetto massimo allo straordinario e alle indennità operative, anche a fronte di maggiori esigenze di sicurezza.

Le forze dell'ordine, inoltre, si oppongono a continuare a fornire prestazioni di lavoro straordinario o connesse a maggior disagio o responsabilità senza la retribuzione  corrispondente. Infine – si legge in una nota del sindacato - "vogliono sensibilizzare l’opinione pubblica sul comportamento tenuto dall’attuale governo nei confronti degli operatori di polizia che ha sinora disatteso ogni impegno assunto in campagna elettorale e nei documenti programmatici sui versanti della sicurezza e delle connesse politiche per il personale”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arcore, giovedì poliziotti in presidio contro i tagli

MilanoToday è in caricamento