menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Azione al metrò (foto Philamerica.Tumblr.com)

Azione al metrò (foto Philamerica.Tumblr.com)

Vandali nel metrò: arrivano i graffiti all'acido

Altamente corrosivi e quasi impossibili da ripulire. Arrivano, forse, dall'Est Europa

I writers si evolvono: anziché le classiche bombolette, sempre più spesso usano vernice all'acido fluoridrico, capace di incidere i vetri rendendo difficilissima la pulizia successiva. Sono i treni della linea 3 i più colpiti in assoluto. Secondo l'associazione antigraffiti, il motivo è che è "meno accessibile", dunque più interessante come "sfida" per i vandali.

La vernice all'acido però non si trova facilmente. Fiorisce il "mercato nero", come scrive il Corriere, con i "marker" (ovvero i pennarelli speciali, riempiti di sostanza corrosiva) che vengono venduti con il passaparola dopo essere stati portati in Italia dall'estero, ad esempio dall'Europa dell'Est. La polizia sospetta (ma per ora senza riscontri significativi) che il traffico sia parallelo a quello delle sostanze stupefacenti sintetiche.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia torna in zona arancione, la decisione

Coronavirus

Che fine farà lo smart working a Milano dopo la pandemia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cologno

    Le sette caprette salvate a Cologno (Milano)

  • Sport

    Il nuovo logo dell'Inter

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento