Cronaca

Graziella e Mario, quella nuova vita insieme distrutta nella strage sul lungomare di Nizza

I due - 76 anni lei, 90 lui - erano vedovi e avevano deciso di stare insieme dopo essersi conosciuti in tarda età. Erano a Nizza con una coppia di amici per festeggiare la pensione

Mario e Graziella - Foto da Tw

Si erano conosciuti e si erano piaciuti. Avevano deciso di alleviare la rispettiva sofferenza, la rispettiva solitudine, stando insieme. E proprio insieme avevano iniziato una nuova vita, strappata, distrutta, da quel folle camion bianco che il 14 luglio sera ha seminato morte e terrore sul lungomare di Nizza

Erano entrambi vedovi Graziella Ascoli, settantaseienne di Milano, e Mario Casati, novantenne originario di Besana Brianza ma da anni residente nel capoluogo meneghino. Si erano incontrati un po’ di tempo fa età e così avevano deciso di stare insieme, pur continuando a vivere ognuno a casa sua. 

Il 14 luglio, però, Maria Grazia - ex dipendente Mediaset - e Mario - ex titolare di una piccola ditta manifatturiera - erano insieme nel posto sbagliato, al momento sbagliato. I due, in compagnia di Gianna Muset e Angelo D’Agostino - la coppia di Voghera morta nell’attentato - erano a Nizza per festeggiare la pensione di Angelo, che da pochi giorni aveva chiuso con il mondo del lavoro. 

E mentre quel folle attentatore lasciava corpi e sangue sulla Promenade des Anglais, Graziella e Mario erano proprio lì, a godersi i fuochi d’artificio per la festa francese. A godersi la loro nuova vita insieme. Una vita distrutta da un camion impazzito e da un attentatore che con la sua vita aveva ormai chiuso. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Graziella e Mario, quella nuova vita insieme distrutta nella strage sul lungomare di Nizza

MilanoToday è in caricamento