Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Il passeggero senza green pass fatto scendere dal treno diretto a Milano

È successo mercoledì, primo giorno dell'obbligo di green pass per i treni a lunga percorrenza

Giù dal treno. Un uomo, un 40enne di nazionalità pakistana, è stato fatto scendere da un Frecciabianca in servizio da Roma a Milano perché sprovvisto del green pass, la certificazione verde anticovid che da mercoledì è obbligatoria per viaggiare a bordo dei convogli a lunga percorrenza, che effettuano collegamenti tra regioni diverse. 

A scoprire il passeggero è stato il controllore al momento del controllo dei biglietti. Quando il dipendente di Trenitalia ha chiesto all'uomo di mostrare il green pass, ha scoperto che il viaggiatore ne era sprovvisto e ha - come da protocollo - chiesto l'intervento della polizia. 

Gli agenti della Polfer hanno raggiunto il Frecciabianca nella stazione di Pavia, verso le 14 di mercoledì, e lì hanno fatto scendere il 40enne, piuttosto contrariato. Il treno è ripartito pochi minuti dopo, praticamente in orario ma lasciando a terra il viaggiatore senza certificazione verde, che si ottiene con la vaccinazione anti covid, con un tampone negativo delle 48 ore precedenti o con un certificato di guarigione dalla malattia. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il passeggero senza green pass fatto scendere dal treno diretto a Milano

MilanoToday è in caricamento