rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca Castello / Piazza Castello

Blitz di Greenpeace contro Settimana moda: "La vogliamo più pulita"

Srotolato da una delle torri di Castello sforzesco un "green carpet" "per una moda più pulita". Gli attivisti controllati da vigili del fuoco e carabinieri

Un blitz di Greenpeace è andato in atto, mercoledì mattina, in centro a Milano dove comincia la settimana della moda. Un numero imprecisato di attivisti, secondo le prime informazioni, si è introdotto all'interno del Castello Sforzesco, una delle sedi delle sfilate della fashion week.

Modella "verticale" © Greenpeace Italia

Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, presenti sul posto in ausilio ai carabinieri, alcuni degli attivisti sono saliti su una torre dalla sommità della quale è stato calato uno striscione. Nella notte tra il 18 e il 19 sostenitori di Greenpeace avevano messo in atto una singolare manifestazione nel Quadrilatero della Moda, componendo a terra dei graffiti con l' inusuale tecnica della pulizia dei marciapiedi (fatta in modo tale da comporre delle figure) nell'ambito di una campagna denominata 'TheFashionduel' nei confronti del mondo della Moda.

In una serie di tweet postati da attivisti di Greenpeace sul web, viene spiegato che l'organizzazione, con questo blitz sulla torre del Castello Sforzesco di Milano, 'vuole lanciare un guanto di sfida al mondo della Moda' invitato a "ripulirsì nell'ambito di una iniziativa denominata 'Thefashionduel'.

Proprio il castello, infatti, sarà la sede centrale delle sfilate della Settimana della Monda. A tal fine, durante il blitz di mercoledì, gli attivisti hanno srotolato da un merlo di una torre interna del castello uno striscione verde che rappresenta non un 'red' ma un 'green carpet' su cui è disegnato un guanto. "Una sfida per una moda più pulita", si legge su internet.

Cinque attivisti sono stati portati in caserma per accertamenti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz di Greenpeace contro Settimana moda: "La vogliamo più pulita"

MilanoToday è in caricamento