menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia, morto in ospedale il boss Guglielmo Fidanzati

Era malato da tempo. In carcere dal 2010, pochi mesi fa è morto anche suo padre, il boss Gaetano

E' morto a Vigevano, in ospedale, il boss della mafia Guglielmo Fidanzati, classe 1958. Era ricoverato dopo che, in carcere, gli avevano diagnosticato la malattia. Soltanto il 6 ottobre era deceduto il padre Gaetano detto Tanino, per infarto, a 78 anni. Nel 2013 l'ultima inchiesta a suo carico: era risultato coinvolto in un traffico di stupefacenti dal Paraguay attraverso il porto di Gioia Tauro. Si trovava già in carcere dal 2010.

Il nome di Guglielmo Fidanzati era emerso anche nell'inchiesta sulla figlia e il genero di Vittorio Mangano. Negli anni '90, quando il padre era latitante, aveva di fatto raccolto la sua "eredità" criminale, come racconta il Corriere. I funerali del 55enne boss si terranno nel quartiere di Affori martedì mattina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    L'imprenditore milanese che inventa il "buco" per bere dalla mascherina

  • Cultura

    I teatri che a Milano lottano e non vogliono morire

  • Coronavirus

    Come si curano oggi i tossicodipendenti a Milano

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento