rotate-mobile
Cronaca

E' morto Guido Martinotti, sociologo urbano di fama internazionale

Aveva 74 anni: stroncato a Parigi da un infarto. Era professore ordinario alla Bicocca dal 1998. Fortemente legato a Milano.

Guido Martinotti, sociologo di fama internazionale, è morto a Parigi nella notte tra il 4 e il 5 dicembre. Ha avuto un attacco cardiaco. Aveva 74 anni.

Era professore ordinario di sociologia urbana all'Università di Milano Bicocca, ateneo di cui è stato pro-rettore dal 1999 al 2005 e di cui ha condiviso fin dall'inizio la nascita. Il rettore Marcello Fontanesi lo ricorda così: "Ha fondato, insieme ad altri colleghi, la facoltà e il dipartimento di sociologia del nostro ateneo, colmando un vuoto scientifico e culturale a Milano e in Lombardia".

"Il suo lavoro di ricerca delle dinamiche sociali nella dimensione metropolitana - ha concluso Fontanesi - è una importantissima e feconda eredità non solo per tutti gli studiosi della materia ma anche per tutti coloro che sono interessati alla qualità della vita urbana".

Milanese, classe 1938, si laureò in giurisprudenza col sociologo Renato Treves alla statale. Proseguì la specializzazione negli Stati Uniti alla Columbia University e iniziò a insegnare nel 1966. Dopo un primo periodo alla statale (in cui fu direttore dell'istituto di sociologia) proseguì la sua carriera a Napoli, Torino (dove fu preside di scienze politiche dal 1978 al 1981) e Pavia, per tornare a Milano alla facoltà di scienze politiche (1989-1998). Nel 1998 divenne ordinario alla Bicocca.

Innumerevoli le sue pubblicazioni. La più nota è sicuramente "La nuova morfologia sociale delle città" (Il Mulino, 1993).

 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' morto Guido Martinotti, sociologo urbano di fama internazionale

MilanoToday è in caricamento