Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Pieve Emanuele

Corruzione e appalti truccati, tra gli indagati anche il gruppo Humanitas: "Estranei ai fatti"

Le indagini, coordinate dal Pm Luca Poniz, sono state condotte dalla guardia di finanza

L'ospedale Humanitas (Immagine repertorio)

Sarebbero nove le gare d'appalto truccate, il tutto per un giro d'affari di quasi nove milioni di euro. È la nuova inchiesta guidata dal pm della procura di Milano Luca Poniz. Le fiamme gialle hanno eseguito dieci misure cautelari nei confronti di dipendenti di enti pubblici della provincia di Milano, di alcuni imprenditori e professionisti: tutti accusati, a vario titolo, di essersi resi protagonisti in concorso tra loro di una serie di episodi corruttivi e turbative di gare d'appalto.

Le misure cautelari 

Sono scattati gli arresti domiciliari per un dipendente del comune di Pieve Emanuele, ex responsabile del servizio edilizia e urbanistica del comune di Basiglio, mentre un altro dipendete del comune di Pieve, occupato nel settore tecnico, è stato sospeso per sei mesi. È invece scattato l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per una serie di imprenditori e per due dipendenti del gruppo ospedaliero Humanitas di Rozzano. Non solo, anche il gruppo Humanitas risulta essere indagato per la legge sulla responsabilità amministrativa degli enti.

Humanitas: "Estranea ai fatti"

"Humanitas esprime sorpresa per le notizie riportate dalla stampa - ha fatto sapere la clinica con una nota -. Humanitas ha sempre agito con correttezza e trasparenza. Esprimiamo comunque il massimo della fiducia nella Magistratura che dimostrerà la correttezza del nostro operato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corruzione e appalti truccati, tra gli indagati anche il gruppo Humanitas: "Estranei ai fatti"

MilanoToday è in caricamento