Milano, presunti accordi tra vigili e pusher: trasferiti quattro agenti al centro del servizio

Lo ha comunicato Palazzo Marino con una nota. Sul caso sta indagando la procura di Milano

Sono stati spostati i quattro agenti della polizia locale di Milano finiti al centro del servizio de "Le Iene" che ha svelato un presunto accordo tra agenti dell'antidroga e un informatore. Lo ha deciso il comune di Milano nelle scorse ore mentre la Procura ha deciso di aprire un fascicolo per capire come sono andate le cose. Nel frattempo è bufera nel reparto di Piazza Beccaria, uno tra i più apprezzati del comando.

"Il Comune sta attuando i primi provvedimenti di trasferimento per gli agenti che sarebbero coinvolti nei fatti raccontati nel servizio", si legge in una nota diramata da Palazzo Marino. "Eventuali ulteriori misure saranno valutate all’esito delle indagini" della procura, conclude il testo. 

Il video delle Iene con la polizia locale di Milano: cosa si vede nel servizio

Tutto è iniziato dalla segnalazione di un ex trafficante che ha scritto alla trasmissione: "la polizia si mette in tasca la droga e i soldi che trovano per strada. Ora non voglio più lavorare con loro, aiutami". 

L'uomo, secondo quanto raccontato dalla trasmissione, sarebbe stato contattato da alcuni agenti dopo avere scontato sei anni di carcere per traffico di sostanze stupefacenti. Il suo compito sarebbe stato quello di segnalare agli agenti i grandi spacciatori, che poi sarebbero stati arrestati. Nel sequestro conseguente, gli agenti avrebbero "trattenuto" parte della droga e dei soldi per poi "girarla" al "segnalatore".

L'ex trafficante ha fornito alle Iene l'identikit e i nomi dei vigili che sarebbero coinvolti, aggiungendo che gli incontri avvengono nei parcheggi di qualche supermercato. Le Iene si sono messe al lavoro e hanno organizzato uno di questi appuntamenti, in periferia, con microfono nascosto. Le frasi così "intercettate" sembrano effettivamente prefigurare un accordo economico: "I tuoi 10 mila euro li prendi di sicuro, ma dipende da quello che succede, magari riesco a darti anche di più", afferma uno degli agenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'operazione "intercettata" dalle Iene riguarda una consegna di droga dalla Francia a Milano per il giorno successivo, 50 chili di "fumo". Una consegna inventata "ad hoc" per capire le reazioni degli agenti. E poi è stata organizzata la finta consegna per il giorno successivo. E durante la consegna si sono presentati gli attori delle Iene: i vigili ne avrebbero riconosciuto uno e lo hanno arrestato. Aveva due borse piene di sassi. Il piano prefigurato il giorno prima era diverso: si trattava di far scappare i finti trafficanti nella "speranza" che abbandonassero la droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, lunedì in centro arriva il laboratorio mobile: test gratis per il coronavirus (e per l'epatite C)

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento