Car sharing, 120 euro l’anno per possedere una macchina

Il Comune di Milano lancia il servizio di car sharing a Milano, per una città sempre più verde e con sempre meno due ruote. Per i milanesi costerà 120 euro l’iscrizione al servizio, che permette di pensionare definitivamente la propria automobile

Il traffico è uno dei grandi problemi delle città italiane, Milano su tutte. Dieci volte più piccola di Roma, il capoluogo lombardo ha quasi lo stesso numero di automobili.

Sembra però che i milanesi siano diventati leggermente più “ecologici”, visto il boom del BikeMi e di quanti hanno approfittato degli incentivi governativi per dotarsi di una bicicletta nuova.

Ma i “sederi pesanti” o quelli che necessitano di un’automobile per lavorare ci sono ovunque e quindi anche per loro il Comune di Milano ha cercato di fare la sua parte: da qualche tempo infatti in città è nata Guidami Srl, un’emanazione di Atm che offre ai milanesi il servizio di car sharing, ovvero l’uso condiviso di automobili.

Il car sharing è una sistema già sperimentato in diversi paesi europei e che, grazie a due decreti del Ministero dell’Ambiente, sta prendendo piede anche in Italia. Abbonandoti ad un servizio di car sharing non compri un automobile, compri la possibilità di utilizzarne una come e quando vuoi: la pubblica amministrazione dispone di un parco macchine di 104 mezzi, che chiunque sottoscriverà l’abbonamento, potrà ritirare da uno dei 61 parcheggi abilitati e utilizzare a suo piacimento. (qui la lista dei parcheggi con auto Guidami disponibili).

Per i privati, il servizio prevede una sottoscrizione di 120 euro l’anno, mentre per le società il costo annuale si aggira intorno ai 180 euro. L’utilizzo prevede una tariffa binaria, che comprende i km percorsi e il costo di ore di utilizzo. Il tempo minimo di utilizzo dei mezzi è di un’ora.

Al momento il Comune di Milano può vantare 3100 iscritti, ma l’Assessore alla Mobilità era convinto già all'epoca della presentazione della Settimana Europea della Mobilità, che "una maggiore pubblicità e visibilità del servizio, non potranno che incrementarne le sottoscrizioni".

Per iscriversi si può usare la sezione “Iscriviti subito” del sito guidami.it oppure contattare il call center dedicato all’848833000. Dopo aver fornito i dati richiesti, la società manderà la documentazione necessaria per completare la sottoscrizione al servizio.
Una volta che il contratto sarà firmato e tutte le pratiche saranno a posto, i cittadini riceveranno una smart card, simile a quella di BikeMi, che permetterà l’accesso al servizio.

I costi di viaggio verranno poi addebitati di volta in volta sulla carta di credito del cliente. In caso di guasti o incidenti alla macchina, basterà chiamare la centrale operativa ed un operatore provvederà a qualsiasi necessità, sia il carro attrezzi, che eventualmente ambulanze e vigili urbani.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Milano, spacca vetrata all'Esselunga e cerca di rubare i soldi dalle casse: preso

  • Incendio a Cologno, fiamme ed esplosioni nel condominio: casa distrutta, palazzo evacuato

  • Bresso (Milano), due agenti della polizia locale accoltellati: uno è grave

  • Coronavirus, dal 27 novembre la Lombardia vuole diventare zona arancione. Cosa cambia

  • Lombardia verso la zona arancione: ma non c'è nulla da esultare. I numeri

Torna su
MilanoToday è in caricamento