rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Tra viale Monza e Segrate / Gorla / Viale Monza

Il pusher che nasconde in casa 45 proiettili e 2 bombe carta

La scoperta durante un controllo a casa di uno spacciatore fermato in strada a Milano

Nel suo appartamento nascondeva decine di cartucce e perfino due bombe carta. La polizia lo ha scoperto in seguito a un controllo per spaccio di droga. Erano circa le 5 di mattina di mercoledì 1° maggio: gli agenti del commissariato Greco-Turro, transitando in viale Monza, all'altezza del civico 249 (Precotto), hanno notato una 'vecchia conoscenza': una ragazza italiana di 28 anni che, per quanto sapevano, ha l'obbligo di firma per spaccio di stupefacenti.

Gli agenti si sono quindi avvicinati, notando anche due uomini che hanno fatto per nascondersi ma senza riuscirci. In seguito ai controlli, la ragazza è risultata completamente estranea a un'attività illecita mentre gli altri due, di 39 e 41 anni, con precedenti, avevano con sé pochissima cocaina (meno di un grammo) e 4 grammi di Mdpv (metilenediossipirovalerone), noto anche come 'super coke', uno stimolante sintetico la cui dose è di qualche milligrammo.

I poliziotti hanno quindi deciso di approfondire il controllo a casa del 39enne, a Segrate, trovando 45 cartucce calibro 12, tre proiettili (due 9x21 e uno 7,65) e due bombe carta, ragion per cui sono intervenuti sul posto anche gli artificieri. Entrambi sono stati arrestati per spaccio di droga e il 39enne, visto ciò che aveva in casa, è stato indagato per il divieto di fabbricare e detenere prodotti esplodenti senza averne dichiarato il possesso e la natura, secondo l'articolo 53 del Testo unico di pubblica sicurezza (Tulps).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pusher che nasconde in casa 45 proiettili e 2 bombe carta

MilanoToday è in caricamento