rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Comprar casa a Milano, i prezzi rimangono alti nonostante la crisi

La crisi economica ha colpito il settore immobiliare anche a Milano, ma meno di altre parti: il rallentamento dei prezzi degli immobili nei primi sei mesi è stato dello 0,2%. Soffre soprattutto “la fascia bassa” del comparto, influenzata dalla perdita di potere d’acquisto del ceto medio

La crisi economica ha colpito in particolare il settore immobiliare, prima negli Stati Uniti e poi nel resto del mondo. Secondo uno studio della Camera del Commercio, a Milano però il rallentamento dei prezzi di questo comparto nei primi sei mesi dell’anno è stato contenuto: 3637 euro al metro quadro mediamente, un calo dello 0,2% dei prezzi rispetto al semestre precedente e dello 0,3% in un anno.

Tra le ragioni di questo calo, minore rispetto alla media, c’è sicuramente il grande processo di trasformazione urbana e gli investimenti immobiliare che si stanno realizzando per Expo 2015. Basta pensare al nuovo quartiere di Porta Nuova che sta sorgendo in Melchiorre Gioia o al progetto “City Life” in zona Fiera, in cui c’è lo zampino del famosissimo Norman Foster.

Intanto rallentano i prezzi della case vecchie, costruite più di 40 anni fa, e di quelle più recenti: il calo è per le prime dello 0,7% e per le seconde dello 0,5% in sei mesi, rispettivamente 2991 euro al metro quadro e 3384 euro al metro quadro. In media, diminuiscono i prezzi nel Centro Storico (-0,3%) ed aumentano quelli della cerchia dei Bastioni, interessata da nuovi progetti (+0,5%).

Ma la crisi, anche se in misura minore che altrove si fa sentire anche a Milano: se i prezzi degli immobili calano mediamente, sono rallentate in modo decisivo anche le vendite. In un anno infatti sono calate del 20,3%, passando dalle circa 4800 dei primi tre mesi del 2008 alle circa 3800 dei primi tre mesi del 2009; si sono vendute quindi mille case in meno in soli tre mesi.

Per quanto riguarda i posti più convenienti in città per comprare, la scelta è piuttosto ampia: considerando solo gli appartamenti con più di 40 anni, conviene acquistare nella zona del Centro Storico/Missori (5500 euro al metro quadro), Conca del Naviglio /Porta Genova (3400 euro al metro quadro) e nel nuovo quartiere, ancora in costruzione di Santa Giulia: qui per comprare una casa si spendono in media 1750 euro al metro quadro. In queste zone i prezzi si sono mantenuti più o meno stabili rispetto agli anni precedenti.

I possibili acquirenti quindi, visto il periodo, aspettano prima di comprare e il proprietario vende solo se trova risposta alle proprie aspettative di vendita.

E la situazione è destinata a peggiorare, almeno per gli immobili di piccole e medie dimensioni. Sempre secondo lo studio della Camera del Commercio, nel prossimo futuro il settore immobiliare attraverserà un’altra importante contrazione del livello degli scambi in città: fino al 40% in meno rispetto ai dati del 2004. 

Questa contrazione è da imputare dalla crisi che sta vivendo la cosiddetta “fascia bassa” e il ceto medio: le compravendite garantite da ipoteca infatti, hanno già fatto segnare un calo significativo. La domanda immobiliare è ancora presente, ma la crisi economica non consente di soddisfarla.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comprar casa a Milano, i prezzi rimangono alti nonostante la crisi

MilanoToday è in caricamento