Cronaca

Figli di stranieri: crescono le domande di cittadinanza a Milano

Si tratta della "seconda generazione": nati in Italia, al 18esimo anno possono chiedere la cittadinanza italiana

Stranieri a Milano

Aumentano gli "immigrati di seconda generazione" che chiedono la cittadinanza italiana al compimento del 18esimo anno di età. Si tratta di figli di genitori stranieri, nati in Italia e residenti a Milano: quando compiono 18 anni, per la legge hanno dodici mesi di tempo per avviare la procedura dell'acquisizione della cittadinanza. Nel 2015, le pratiche avviate sono state 589, con 585 aventi diritto.

Il trend è in crescita dal 2013, cioè da quando sono stati compiuti alcuni atti pratici per facilitare questa procedura (sempre che, ovviamente, l'interessato lo voglia). Il comune di Milano invia a tutti gli aventi diritto una lettera informativa. E alla Casa dei Diritti è stato aperto uno sportello apposito ("Milano sono anch'io"). Il cosiddetto "Decreto del Fare" (governo Letta) facilita inoltre le procedure burocratiche.

Nel 2012, i neo-diciottenni aventi diritto erano stati 536, con 392 richieste. Nel 2013, 777 gli aventi diritto e 327 le richieste. Nel 2014, 585 gli aventi diritto e 589 le richieste. Nel 2015, infine, sono 748 gli aventi diritto e, il 15 marzo, 283 le domande (oltre a 58 in fase di definizione).

Nel 2014 a Milano risiedevano 208.079 minori, di cui 51.989 stranieri (25%): di questi, 38.118 (il 74% degli stranieri) sono nati in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Figli di stranieri: crescono le domande di cittadinanza a Milano

MilanoToday è in caricamento