Il "grand hotel" dei disperati: in 20 ammassati in un palazzo fatiscente, locali sequestrati

Blitz della polizia locale all'alba. Denunciato il proprietario ed edificio sequestrato

I controlli della locale

Stipati nello stesso palazzo. Quasi ammassati tra una sorta di box e altri edifici. Costretti a pagare per vivere in condizioni al limite, da disperati. Giovedì mattina, con un blitz che ha visto in campo polizia locale e polizia di Stato, a Cinisello Balsamo è stato sequestrato quello che era ormai diventato il "grand hotel" degli immigrati, uno stabile fatiscente di via Grandi occupato abusivamente da tempo. 

Già lo scorso anno, infatti, gli agenti avevano scoperto situazioni molto simili e avevano intimato al proprietario, cittadino italiano, di mettere tutto a norma. Ma evidentemente nulla era cambiato. 

"Sono stati trovati due clandestini che attualmente si trovano in commissariato per l’espulsione. L’ufficio tecnico e la polizia locale stanno procedendo, in base alle normative vigenti, per il sequestro dell’immobile visto il reiterarsi dell’abuso", ha spiegato giovedì mattina il sindaco Giacomo Ghilardi, aggiornando in diretta i suoi cittadini, che più volte avevano segnalato quanto accadeva nello stabile. 
 
"La stabile è già noto alle cronache per precedenti interventi di sicurezza urbana, allontanamenti di persone e denuncia alla proprietà per irregolarità. Abbiamo monitorato la situazione fino ad oggi, giorno nel quale, scaduti i termini concessi dalla normativa per il ripristino dello stato di fatto, siamo di nuovo intervenuti".

Poi, in serata, l'aggiornamento su quella che lo stesso primo cittadino ha definito una "maxi operazione inerente ad abusi edilizi e presenza di irregolari clandestini". "È stato posto sotto sequestro una buona parte dell’immobile. Una piccola fetta è in fase di accertamento ed è attualmente abitata da persone con fragilità. Nei prossimi giorni avremo gli sviluppi. Due clandestini sono stati denunciati per reati di immigrazione e sono state attuate le procedure di espulsione. Il proprietario è stato deferito per il resto 650 codice penale all’autorità giudiziaria", che punisce chiunque non rispetti le prescrizioni dell'autorità. "Ora attendiamo speranzosi - ha concluso il sindaco - che la Magistratura faccia il suo corso".

Foto - Il locale sequestrato

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

locale sequestrato garage box-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mara Maionchi ricoverata per coronavirus a Milano

  • Sciopero generale, venerdì nero dei mezzi a Milano: a rischio metro, bus, tram e treni. Tutti gli orari

  • Coprifuoco in Lombardia: così a Milano torna di 'moda' l'autocertificazione per circolare

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia, raddoppiano i contagi: 4.126 in un giorno

  • Coronavirus, coprifuoco a Milano e in Lombardia dalle 23 alle 5: c'è l'ok del Governo

  • Milano, il nuovo Dpcm contro il coronavirus: ristoranti, palestre e 'coprifuoco alle 21'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MilanoToday è in caricamento