menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il centro di via Quintiliano - Foto Giampaolo Mannu

Il centro di via Quintiliano - Foto Giampaolo Mannu

Ragazzo positivo nel centro d'accoglienza a Milano: rischio fughe, struttura "circondata"

I militari stanno presidiando la struttura affinché nessuno si allontani prima dei tamponi

Un ospite positivo, gli altri - preoccupati - che minacciano di "scappare" e i militari che sorvegliano ogni minimo movimento "strano". Ore di tensione al centro d'accoglienza di via Quintiliano 46 a Milano, dove un ragazzo ghanese - che vive proprio nella struttura - sarebbe risultato positivo al coronavirus.

Ad annunciarlo, martedì mattina, è stato Oscar Strano, presidente del consiglio del municipio 4. "Ringrazio le Forze dell’ordine per essere prontamente intervenute nel centro di accoglienza gestito da Angel Service in via Quintiliano 46, zona Salomone. Il centro è presidiato perché, dopo la notizia di un ospite risultato positivo al coronavirus, è montata la protesta dei richiedenti asilo che hanno minacciato di scappare", ha raccontato il politico di Forza Italia sul proprio profilo Facebook. 

Stando a quanto appreso, il giovane ghanese era stato sottoposto nei giorni scorsi al tampone nella fabbrica in cui lavora e lunedì sarebbe arrivato il risultato. L'esigenza, adesso, è gestire la situazione ed evitare che qualcuno esca dal centro - dove sono ospitati in 40 circa - prima di tutti i controlli sanitari del caso.

A verificare che la tensione non si alzi eccessivamente ci sono le forze dell'ordine e gli uomini dell'esercito, solitamente impegnati nell'operazione Strade Sicure, del "Raggruppamento Tattico Lombardia e Trentino Alto Adige", che da lunedì sera tengono sotto controllo ingresso e uscita dell'edificio.

"A quanto apprendiamo, gli ospiti e il personale del centro saranno sottoposti al tampone già a partire da oggi, con immediato isolamento - ha proseguito Strano -. Molti ospiti del centro prestano servizio per compagnie di consegna fino a domicilio. È una situazione molto delicata", ha concluso Strano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento