Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

L'imprenditore arrestato dopo truffa su mascherine da mezzo milione

È accusato di aver approfittato dell'emergenza sanitaria ai danni di Aler Milano e Aria spa

Repertorio

Durante l'emergenza sanitaria promise migliaia di mascherine facendosele pagare centinaia di migliaia di euro ma poi non le consegnò. Con questa accusa un imprenditore di Varese è stato arrestato dalla guardia di Finanza dopo una presunta truffa ai danni della società controllata della Regione Aria Spa e di Aler Milano.

L'imprenditore finito in manette, dopo essersi impegnato a fornire migliaia di mascherine in piena pandemia, durante il primo lockdown (quando era particolarmente arduo reperirle), avrebbe poi mancato di consegnarle. Le fiamme gialle ora gli hanno sequestrato beni per circa 460mila euro, ammontare della truffa di cui è accusato.

In base a quanto ricostruito grazie alle indagini dei militari di Varese, l'uomo era riuscito ad aggiudicarsi la fornitura di dispositivi di protezione individuale per Aria Spa e Aler Milano, intascando quasi mezzo milione di euro, ma, in seguito, non aveva mai consegnato alcun collo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imprenditore arrestato dopo truffa su mascherine da mezzo milione

MilanoToday è in caricamento