Cronaca Porta Nuova / Via Principe Amedeo

Uomo s'incatena davanti al consolato americano

Un uomo si è incatenato stamani davanti al consolato americano: "12 anni per un'azienda negli Stati Uniti, e sono trattato come un terrorista. Voglio giustizia"

Il consolato americano a Milano

Un uomo si è incatenato nella mattina del 23 settembre davanti all'ambasciata americana di Milano. E' legato a un palo, con delle catene. Davanti a lui si è formato immediatamente un capannello di persone per ascoltare la sua storia. Pare che motivo della protesta sia il mancato rilascio del visto per gli Usa, dopo "una vita di lavoro". 

"Fanno entrare immigrati illegali, e non chi ha lavorato per una vita - sono state le sue prime parole -. Vergogna, ho vissuto e lavorato in America, tra l'altro per una ditta americana, e mi trattano come un terrorista senza darmi il visto. Credono di essere i padroni del mondo, parlano di libertà mentre sono i primi a violarla". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uomo s'incatena davanti al consolato americano

MilanoToday è in caricamento