rotate-mobile
Cronaca

Incendio al carcere minorile Beccaria nella notte

E' successo all'una di notte

Incendio al carcere minorile Beccaria nella notte tra il 9 e il 10 agosto, intorno all'una di notte. E' scoppiato - rende noto Alfonso Greco, segretario regionale del sindacato di polizia penitenziaria Sappe - nella sezione riservata ai "giovani adulti", cioè coloro che (massimo 25enni) hanno commesso un reato mentre erano ancora minori.

L'obiettivo sarebbe stato quello di indurre gli agenti penitenziari a portare il gruppo di detenuti ai cancelli del piano terra, ma senza successo: «Sarebbe stato impossibile, a quel punto, garantire la sicurezza con le poche unità presenti», è il commento di Greco.

Soltanto la sera prima, all'esterno del carcere, in prossimità del cancello d'ingresso al parcheggio automobilistico in uso alla polizia penitenziaria, era stato appiccato un rogo ed era stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco.

E l'8 agosto, sempre al Beccaria, un detenuto era stato sorpreso con undici grammi di hashish in tasca. Non sono questi, però, gli unici episodi di cronaca recente con al centro il carcere minorile di Milano. Il 24 luglio un principio d'incendio, con bottiglie di plastica infuocate lanciate dalle celle verso il corridoio per provocare un fumo intenso.

Negli stessi giorni una poliziotta addetta alla videosorveglianza aveva osservato in "diretta" il lancio di una decina di grammi di hashish dall'esterno verso il campo da calcio, stessa tecnica usata anche all'inizio di luglio in favore di un neo detenuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio al carcere minorile Beccaria nella notte

MilanoToday è in caricamento