menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidio (foto Fb "La Loro Voce - Cani Sciolti")

Il presidio (foto Fb "La Loro Voce - Cani Sciolti")

Incendio di un canile italiano a Kiev: presidio animalista a Milano

Il rogo (doloso) ha distrutto la struttura fondata da Andrea Cisternino e ucciso circa 75 cani

Presidio degli animalisti, lunedì pomeriggio alle tre, davanti al consolato ucraino a Milano, in via Ludovico di Breme, per protestare contro il maxi incendio che ha distrutto il "Canile Italia", fondato a Kiev dal romano Andrea Cisternino.

Il rogo è stato sicuramente di origine dolosa. Ben 75 cani sono stati bruciati vivi, mentre una quindicina sono sopravvissuti. Cisternino da anni salva cani randagi che altrimenti diventerebbero "preda" dei cosiddetti "dog hunters", cacciatori di cani. Per questa ragione era stato più volte minacciato.

I manifestanti hanno presidiato pacificamente la strada, chiedendo alle autorità consolari di impegnarsi affinché vengano assicurati alla giustizia gli autori del rogo. Lo stesso Cisternino ha chiesto agli animalisti di tutto il mondo di evitare messaggi di odio verso l'Ucraina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Coronavirus

    Al Policlinico si iniziano a chiudere i posti letto covid

  • Cronaca

    Silvio Berlusconi è stato ricoverato al San Raffaele

  • Coronavirus

    Il Tar boccia quarantena lunga per giovane pallavolista

  • Cronaca

    'Mamma Isis' condannata a 4 anni di carcere per terrorismo

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Cannabis (light) gratis con Isee fino a 40.000 euro

  • Sport

    Tanto col calcio vale tutto

Torna su

Canali

MilanoToday è in caricamento