rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Greenfluff, tre incendi in pochi mesi: "Nessuno sa nulla"

Brucia con "impressionante facilità" lo stabilimento dell'ex area Alfa Romeo ad Arese. Delle Donne (Slai-Cobas): "Presentiamo esposti, ma si fa finta di non sapere"

Ennesimo rogo alla Greenfluff, dopo i due roghi di gennaio il fuoco è tornato nuovamente a fare visita nello stabilimento dell'area ex Alfa Romeo di Arese. Le fiamme si sono sviluppate intorno alle due di notte dell'altro giorno.

È stato un addetto alla vigilanza a notare il fumo e dare l’allarme. Sul posto sono arrivati diversi mezzi dei vigili del fuoco da Milano, Garbagnate e Rho, ma questa volta, per fortuna, l’area interessata dal rogo era molto inferiore a quella già danneggiata dal precedente rogo e così sul posto sono rimasti sono un paio di mezzi, fino alla tarda mattina di ieri.

Gli inquirenti per il momento non fanno ipotesi sull’origine dell’incendio: trattandosi del terzo dall’inizio dell’anno non si esclude l’ipotesi dolosa. Importanti, invece, sono le dichiarazioni di Corrado delle Donne - leader sindacale dello Slai Cobas - che afferma: "La mano della mafia si allunga su quest’area sicuramente è un incendio doloso anche questa volta, non può essere una semplice coincidenza. Da anni diciamo alla Procura di Milano di indagare su quello che succede nell’ex Alfa Romeo ma nonostante gli esposti presentati fanno finta di non sapere nulla».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Greenfluff, tre incendi in pochi mesi: "Nessuno sa nulla"

MilanoToday è in caricamento