rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Folle che dirottò e incendiò pullman con bimbi: tribunale chiuso per Covid, rinviata perizia

L'uomo dirottò un pullman pieno di bambini e gli diede fuoco

Rimandato il deposito della perizia psichiatrica di Ousseynou Sy, il 47enne che il 20 marzo 2019 dirottò un pulmino da Crema con 53 persone tra cui molti alunni di scuola media e poi lo incendiò sulla Paullese all'altezza di San Donato.

I due periti, Franco Martelli e Renato Ariatti, hanno ottenuto una proroga dalla corte d'assise di Milano per il deposito dei documenti, che avverrà il 30 giugno, a causa dell'emergenza sanitaria da Coronavirus e del conseguente lockdown, che non è più totale dal 4 maggio. La prossima udienza del processo a carico di Sy è prevista perr il 6 luglio con l'esame dei periti e la requisitoria del pubblico ministero Luca Poniz.

Incendio autobus San Donato (B&V Photographers)

L'incendio dell'autobus con i bimbi dentro

L'imputato risponde di strage aggravata da finalità terroristiche, sequestro di persona, lesioni e incendio. Quella drammatica mattina avrebbe dovuto riaccompagnare in pullman decine di ragazzi alla loro scuola dopo un'attività in piscina, ma cambiò itinerario e si diresse sulla Paullese verso Milano costringendo gli educatori a legare i bambini con le fascette. Due bimbi riuscirono però ad effettuare telefonate per avvertire i genitori e le forze dell'ordine, le quali accorsero e intercettarono il pullman a San Donato Milanese.

I carabinieri cominciarono le operazioni di evacuazione del mezzo, già cosparso di benzina, che prese però fuoco. Tutti furono comunque tratti in salvo e Sy arrestato. L'uomo disse poi che la sua meta sarebbe stata l'aeroporto di Linate, dove avrebbe voluto compiere un "gesto dimostrativo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folle che dirottò e incendiò pullman con bimbi: tribunale chiuso per Covid, rinviata perizia

MilanoToday è in caricamento