Sabato, 18 Settembre 2021
Incendi

Incendio in via Antonini, i residenti del palazzo andato a fuoco: "Decreto per sospendere mutui"

Intanto si prepara l'accoglienza presso il vicino Hotel Quark

Gli abitanti della torre di via Antonini che si è incendiata nel pomeriggio di domenica 29 agosto chiedono un intervento del Governo per sospendere i mutui. Lo fanno attraverso l'avvocato Roberto Panetta, che rappresenta i residenti di Torre dei Moro e l'amministratore condominiale, dopo l'incontro con il sindaco di Milano Beppe Sala avvenuto venerdì mattina.

La questione dei mutui è demandata alle banche. Intesa Sanpaolo ha già fatto sapere in una nota che offre la possibilità di sospendere i mutui per 12 mesi e garantirà prestiti a tassi agevolati alle famiglie per ripartire. Se le banche, infatti, non accettassero la sospensione, spiega Panetta, "servirebbe un decreto legge per evitare alle famiglie di pagare sia il mutuo su un immobile non più in loro possesso, sia il canone di locazione in un altro appartamento".

Residenti all'Hotel Quark

E, per accogliere i residenti, si fa sempre più strada l'idea di 'radunarli' al vicino Hotel Quark, che però non può che essere una soluzione temporanea perché, nei prossimi mesi, la struttura chiuderà. Non si tratta di un albergo convenzionato con il Comune di Milano ma l'amministrazione ha trovato un accordo con la proprietà. Intanto la relazione degli investigatori dei vigili del fuoco ha 'certificato' che il materiale del rivestimento a vela del palazzo non era in Alucobond ma in materiale altamente infiammabile. In pochi minuti, dopo il cortocircuito che ha provocato le fiamme, l'edificio è diventato una torcia ed è andato distrutto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in via Antonini, i residenti del palazzo andato a fuoco: "Decreto per sospendere mutui"

MilanoToday è in caricamento